ANDREA FOSFURI

andrea

ANDREA FOSFURI

Innovazione

ANDREA FOSFURI è Professore Ordinario presso il Dipartimento di Management e Tecnologia dell’Università Bocconi.Ha conseguito un dottorato di ricerca in Economia presso l’Università Pompeu Fabra (Barcellona) e la licenza in Management presso l’Università di Urbino. In precedenza è stato membro di facoltà (1998-2012) del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università Carlos III (Madrid), che ha presieduto nel corso del periodo 2009-2011. Ha anche insegnato presso la Boston University, IESE Business School e la Carnegie Mellon University ed è stato affiliato di ricerca presso il Centro per la politica di ricerca economica (CEPR).


È editore associato di Scienze di Gestione per la Divisione Strategia e membro del consiglio editoriale della Academy of Management Review e Strategic Management Journal. Insieme con Ashish Arora e Alfonso Gambardella, Andrea è un co-autore di Markets for Technology: Economics of Innovation and Corporate Strategy, pubblicato da MIT Press.


I suoi recenti studi esaminano la gestione interna aziendale delle attività di licensing, l’interazione tra strategie di prodotto e di tecnologia, le determinanti e le implicazioni della brevettazione “verde”, le virtù e i limiti di strategie focalizzate sulla comunità (community-focused strategies). I suoi lavori sono stati citati più di 1000 volte in base a riferimenti citati Cerca nel Web of Science e più di 4000 volte secondo Google Scholar.

Credito

Lasciate che vi ricordi che il credito è la linfa vitale dell’ economia, la linfa dei prezzi e del lavoro.

Herbert Hoover

Salute

La buona Salute è alla base dello sviluppo sociale ed economico e rafforza le politiche in tutti i settori dell’azione pubblica.

Organizzazione Mondiale della Sanità

Innovazione

L’innovazione è lo strumento specifico per l’impresa. Ciò che dà alle risorse una nuova capacità di creare ricchezza.

Peter Drucker

Capitale Umano

Il talento è una fonte da cui sgorga acqua sempre nuova. Ma questa fonte perde ogni valore se non se ne fa il giusto uso.

Ludwig Wittgenstein