APD1-2-1

Action Policy Digest Giugno 2019

Autore:

Data: 10 giugno 2019

Tipo: Altro

Tematica: Action Institute

Strutturata come una newsletter mensile, presenta una panoramica del dibattito sulle policies internazionali. Viene proposta una selezione delle migliori idee dei più influenti think tank, organizzata in quattro aree: (i) Finanza, (ii) Innovazione e Sviluppo, (iii) Affari Europei e (iv) Politiche sociali.

FINANCE

 “The effects of concentration in the asset management industry on stock prices“.

Il settore dell’asset management è diventato sempre più concentrato negli ultimi decenni. I regolatori sono preoccupati per i rischi sistemici che ciò può comportare. Usando i dati degli Stati Uniti, questo contributo suggerisce che l’aumento della concentrazione ha portato a prezzi più volatili delle azioni detenute da grandi investitori istituzionali. Ciò pone sfide per i regolatori che cercano di valutare l’efficienza dei prezzi e le economie di scala.

 
 “Public debt and the risk premium: a dangerous doom loop

L’attuale contesto di tassi di interesse bassi o “ultra-bassi” favorisce l’idea che “i deficit non contano”. Tuttavia, il debito conta. I paesi con alti livelli di debito pagano spesso un premio di rischio.
 

 “Finance and monetary policy beyond neoliberalism: The way ahead for emerging markets

È stato raggiunto un ampio consenso sul pensiero neoliberale dominante in relazione alla regolamentazione del settore finanziario e alla politica monetaria nei due decenni precedenti alla crisi finanziaria dell’Atlantico settentrionale (NAFC) scoppiata nel 2007-08.
 

INNOVATION AND DEVELOPMENT

 “Europe – the global centre for excellent research“.

Questo contributo analizza il potenziale dell’UE come centro globale di eccellenza per la ricerca come motore della sua futura crescita in un complesso panorama scientifico e tecnologico globale, e come le risorse pubbliche dell’UE possono contribuire a questo.
 

 “Three guiding principles for R&D policies in the digital era“.

La digitalizzazione sta trasformando la vita umana. La ricerca e lo sviluppo all’interno delle aziende non fa eccezione. Questo articolo illustra i percorsi che consentono ai policymakers di adeguare con successo le politiche di R&D a questi cambiamenti sulla base di tre principi guida: politiche dirette verso spillovers, rendere le politiche neutrali alla tecnologia e non favorire le superstar sugli sfidanti.”
 

 “Harnessing technology for more robust and inclusive growth: An agenda for change“.

Viviamo in un’epoca di grandi cambiamenti tecnologici, guidati dalla rivoluzione digitale. Eppure, paradossalmente, tra le principali economie, mentre le nuove tecnologie sono esplose, la crescita della produttività è diminuita, rallentando il principale motore della crescita economica. Le disparità di reddito e di ricchezza sono aumentate.
 

EUROPEAN AFFAIRS

 “The next ECB president“.

Il 28 maggio, due giorni dopo lo svolgimento delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo in tutti i 28 Stati membri, i Capi di Stato e di Governo si incontreranno a Bruxelles per avviare il processo di nomina per la leadership di molte istituzioni dell’UE.
 

 “How to design the European Deposit Insurance Scheme“.

Il seguente articolo sostiene che un sistema di assicurazione dei depositi multinazionale come il proposto sistema europeo di assicurazione dei depositi ha importanti vantaggi, ma può anche creare conflitti tra i suoi paesi membri a causa di potenziali sussidi per l’ assicurazione dei depositi che differiscono tra le nazioni.
 

 “What’s an R&D programme for? How Horizon Europe negotiations show mounting east-west tensions“.

“È una questione di rispetto”: Science | Business ricostruisce il modo in cui le dispute sulla domanda di pari retribuzione per i ricercatori dei paesi più poveri dell’UE13 hanno avuto luogo durante i negoziati sul programma di ricerca e sviluppo del valore di 94,1 miliardi di euro
 

 “The cost of Brexit to december 2018: towards relative decline?“.

L’ultimo aggiornamento nel calcolo del costo della Brexit elaborata dal Centre for European Reform, che riguarda il periodo che va dal referendum al quarto trimestre del 2018, mostra un leggero aumento rispetto alla stima del terzo trimestre, che ha portato il costo al 2,3 per cento.
 

 “A European atlas of economic success and failure“.

La crescita economica è stata differente tra le regioni dell’UE, tuttavia è fondamentale controllare i fattori specifici della regione nella valutazione delle prestazioni di crescita. Gli autori scoprono che ci sono regioni di successo in molti paesi dell’UE, suggerendo che l’UE può fornire un buon esempio per la crescita.
 

SOCIAL POLICY

 “The new globalisation and income inequality“.

Questo contributo mostra che il commercio di prodotti intermedi genera una riallocazione del capitale tra i paesi che esacerba la disuguaglianza mondiale sia in termini di reddito che di benessere. La disaggregazione della produzione fa male ai paesi a reddito medio ma aiuta chi ha un’alta produttività. Anche il commercio di beni intermedi aumenta la disuguaglianza all’interno del paese e questo aumento prende una forma ad U nel livello di produttività aggregata del paese.

Credito

Lasciate che vi ricordi che il credito è la linfa vitale dell’ economia, la linfa dei prezzi e del lavoro.

Herbert Hoover

Salute

La buona Salute è alla base dello sviluppo sociale ed economico e rafforza le politiche in tutti i settori dell’azione pubblica.

Organizzazione Mondiale della Sanità

Innovazione

L’innovazione è lo strumento specifico per l’impresa. Ciò che dà alle risorse una nuova capacità di creare ricchezza.

Peter Drucker

Capitale Umano

Il talento è una fonte da cui sgorga acqua sempre nuova. Ma questa fonte perde ogni valore se non se ne fa il giusto uso.

Ludwig Wittgenstein